Un'Odissea del cinema. Il «2001» di Kubrick

Michel Chion

Collana Saggi

  • Pubblicazione: 1 gennaio 2008
  • Pagine: 240
  • Illustrazioni: Inserto fotografico
  • Formato: 14x21
  • ISBN: 9788871807201
  • Traduzione: Andrea Greghi
VERSIONE CARTACEA
  • prezzo: € 19,50
    - Sconto 15%: € 16,58
Spedizione gratuita per ordini superiori ai 25 €

Il libro

2001: Odissea nello spazio di Stanley Kubrick è, sin dalla sua uscita nel 1968, un film emblematico sotto diversi aspetti.

Opera mitica, nonché annoverata da molti tra i 10 capolavori del grande schermo, dà non soltanto una nuova dimensione al cinema di fantascienza (sebbene ci fosse già stato qualche successo in quest’ambito prima del 1968), ma riannoda anche i molteplici fili sottesi tra il grande cinema spettacolare e le ricerche sul cinema «puro».

Per la scarsezza di dialoghi (tuttavia determinanti) e per il modo in cui privilegia i mezzi propri del cinema – suono, luce, movimento e montaggio – 2001 è anche il capostipite e il capolavoro di quella che può essere definita «film-experience», in cui la proiezione del film è assimilabile a un rituale. Attinge in tal senso sia alle ricerche sonore e ottiche dell’ultimo periodo del cinema muto sia alla modernità degli anni ’60 (Antonioni, Tati) da cui è nato. Incarna un sogno di cinema assoluto, che mira a un’esperienza non-verbale e universale.

2001: Odissea nello spazio uno dei film più personali e audaci del suo regista.

Ed è allo stesso tempo un’opera che ci parla in una maniera straordinariamente forte della condizione umana nel cosmo.

Nella stessa collana

Estetica del film Jacques Aumont , Michel Marie , Alain Bergala , Marc Vernet

Estetica del film

John Cassavetes Thierry Jousse

John Cassavetes

Andy Warhol Mirco Melanco

Andy Warhol